Non c’è uomo che non mangi e non beva; pochi, però, sono quelli che apprezzano il buon sapore.”  -Chung

Cari amatori e intenditori del mangiar bene!
In quale altro Paese potete cedere alla tentazione culinaria, se non in Italia?

EleganTour è sempre lieto di organizzare per voi un viaggio nella cultura enogastronomica di due favolose regioni in Italia: la Sicilia e la Valle d’Aosta. La cucina valdostana è semplice e sostanziosa. È gustosa e non assomiglia per niente alla tipica cucina italiana. La pasta e l’olio d’oliva sono i due ingredienti principali della cucina italiana, ma non sono alimenti tradizionali valdostani. Qui si mangiano soprattutto formaggi, piatti di carne e selvaggina, verdura, frutta, funghi, cereali, castagne, molte erbe e miele. Senza dimenticare l’importanza del vino e dei distillati, per cui la Valle è rinomata. La cucina siciliana a differenza di quella valdostana si avvicina di più a quella tipica italiana, ma nonostante questa vicinanza rimane anche lei diversa dalle altre regioni d’Italia. Perchè?  Molto semplice: è colpa dei 3000 anni di storia dell’isola e  dei suoi numerosi conquistatori. I Greci portarono in Sicilia il vino, la ricotta e le olive (oggi la Sicilia è famosa per il suo olio d’oliva). I Romani portarono con sé il grano e diedero inizio al tipico pane siciliano cosparso di semi di sesamo e la mollica di pane secco fu cosparsa sulla pasta, come si fa con il formaggio. Gli arabi portarono con sé gli agrumeti cannella, mandorle e introdussero le melanzane, che divennero il simbolo della cucina siciliana. E così via. La cucina siciliana ha un sapore unico con vivaci motivi arabi. Le spezie sono utilizzate in abbondanza in cucina. E, naturalmente, il posto principale sulla tavola è occupato da piatti a base di pesce e frutti di mare. Frutta e bacche, mandorle e olive crescono in abbondanza. La Sicilia è orgogliosa dei suoi arancini (polpette di riso fritte con ripieno), del gelato e della granita (ghiaccio dolce alla frutta), e di dolci come il cannolo siciliano (tubi di pasta croccante con delicata ricotta) e la cassata siciliana (torta di compleanno a base di pan di Spagna, ricotta e frutta).

Ritenere che degustare un prodotto significhi valutarne la qualità e le caratteristiche è riduttivo. Degustare un prodotto è molto più del semplice assaporare;  degustare significa viaggiare all’interno di un territorio attraverso i suoi sapori, percependo lo stesso nella sua profonda essenza; degustare significa lasciare che sia il prodotto a raccontarsi, con il suo distinto sapore frutto di sacrificio e tramandato di generazione in generazione fino ad oggi; degustare significa anche “entrate in casa” dei locali e percepire le loro tradizioni ed usanze; degustare significa molto altro ancora, ognuno di noi può dare a questa parola un significato differente in base alle proprie sensazioni ed emozioni…

Per ampliare i vostri orizzonti gastronomici alla degustazione è possibile combinare una visita guidata delle aziende di produzione dei prodotti, dove vi immergerete nell’atmosfera tradizionale degli odori e dei sapori  di queste due regioni. 

Inoltre è possibile usufruire dei servizi di un cuoco professionale che saprà viziarvi e deliziarvi con la preparazione di piatti siciliani o valdostani direttamente all’interno della vostra accomodation.

Enogastronomia Valdostana

un accenno

Enogastronomia Siciliana

un accenno

Lost your password?
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.